Concerti

CAMPOFELICE SARO , SGARRISTA

31.03.2019

Casa della Musica Federico I
Napoli

Prezzi biglietto


ATTENZIONE: per acquistare i biglietti di questo spettacolo NON è necessaria la registrazione sul sito Go2.it


Acquista POSTO UNICO € 13.00+2.00

Replica per le scuole 21 marzo ore 10

Attive le vendite per
CAMPOFELICE SARO , SGARRISTA
31-03-19 h 17.30
Casa della Musica - Federico I , NAPOLI


Un impiegato che sogna la pensione e momenti di relax in trattoria, e che è tra l’altro appassionato di pesca. Tutto normale, banale, se non fosse per l’impiego che il protagonista svolge:sicario affiliato ad un’organizzazione camorristica. Un uomo incapace di provare il minimo rimorso per le proprie azioni, che parla per luoghi comuni e mitizza una vita tranquilla. L’apparente solarità è minata dall’inquietudine che coinvolge se stesso e la Napoli alla quale si affaccia, dalla finestra dell’albergo dove si trova per motivi di lavoro. Non ha coscienza della sua propria vita, e passato presente e futuro si affastellano in un continuo agitarsi di realtà e sogno, presentando il conto di una vita violenta scelta non in autonomia, ma per tradizione familiare. Padre, madre, moglie e antichi amori sono il riferimento inevitabile di chi non può vivere se non nel solco dell’identità familiare, dove l’eredità paterna non poteva in alcun modo essere evitata.
E se l’intento dell’autore è quello di sbirciare nella vita privata di Campofelice Saro, piccolo malavitoso, “figlio d’arte” che non si sente più adeguato a sostenere il suo ruolo – una professione che ormai segue regole e tecnologie troppo stressanti per lui -, tuttavia le letture possibili della messinscena sono svariate. Si pensa che alcune scintille di quel magma di emozioni che brucia nell’animo del protagonista possano colpire lo spettatore e aprire squarci di riflessione, non tanto intorno alla professionalità equivoca del protagonista, quanto per quegli accenni ai disagi esistenziali che sovente si manifestano alla soglia dei cinquanta anni.

di Pierpaolo Palladino
regia Giancarlo Cosentino
con Giancarlo Cosentino
musiche Fabrizio Romano





Partners