Spettacoli

RAY LA LEGGENDA

16.03.2018 - 17.03.2017

Palapartenope
Napoli

Prezzi biglietto


ATTENZIONE: per acquistare i biglietti di questo spettacolo NON è necessaria la registrazione sul sito Go2.it


Acquista 1° settore €. 35.00 + 5.00 €. 40.00
Ridotto Cral €. 28.00 + 4.00 €. 32.00**
2° settore D – E - F €. 30.00 + 4.50 €. 34.50
Ridotto Cral €. 24.00 + 3.50 €. 27.50**
3° settore G –H - I €. 25.00 + 3.50 €. 28.50
Ridotto Cral €. 20.00 + 3.00 €. 23.00**


**acquistabili presso il Palapartenope

Attive le vendite per
RAY LA LEGGENDA
16/17 marzo 2018 h 21.00
Teatro Palapartenope


Note degli autori
Nato in una piantagione della Florida, Ray Charles Robinson, soprannominato “The Genius”, divenne cieco all'età di sette anni. Fu spinto a trovare la sua strada nel mondo da una madre coraggiosa ed indipendente, che insistette affinché non dovesse mai avere bisogno di nessuno nonostante la sua condizione di non-vedente. Sin da giovanissimo scoprì di avere una grande passione per la musica ed un talento naturale per il pianoforte. Continuamente in tour, si fece un nome nell'ambiente musicale, sino a diventare famosissimo quando fuse insieme diversi generi come il gospel, il country ed il jazz, creando uno stile unico ed inimitabile.
Ray Charles nella sua vita non si limitò solo a rivoluzionare il modo di fare musica, ma combattè anche contro la segregazione razziale, impegnandosi per il riconoscimento dei diritti dei neri ed aiutando alcuni giovani artisti di colore a farsi strada. Fu sempre al fianco del movimento per i diritti civili insieme al suo amico Martin Luther King, tanto da farsi bandire dallo Stato della Georgia nel 1961 per avere rifiutato di esibirsi in un concerto segregato, cosa molto comune all'epoca; da una parte i bianchi in platea, e dall’altra i neri sugli spalti. Ci sono voluti ben diciotto anni per arrivare al 7 marzo del 1979, quando lo Stato della Georgia finalmente chiese scusa, invitandolo all’Assemblea Generale in una cerimonia a ricordo delle battaglie per i diritti civili. Ray si sedette al pianoforte e cantò la sua famosissima versione di Georgia on my mind, il brano che pochi giorni dopo, il 24 di aprile di quello stesso anno, per volere unanime dell’Assemblea, divenne l’inno ufficiale dello Stato Americano della Georgia.
Nel 2004, la cinematografia statunitense gli ha dedicato un film, Ray, che è valso al protagonista Jamie Foxx l’Oscar come miglior attore.
In questo musical si delinea un ritratto completo dell'artista, mostrando anche aspetti controversi della sua vita, come la dipendenza dall’eroina ed i rapporti burrascosi con le donne, primo fra tutti quello con Margie Hendricks, una delle Raelettes. Ma lo spettacolo Ray - La leggenda è soprattutto il racconto di un uomo che, giunto quasi a fine carriera, sente il bisogno di tirare le somme, ripercorrendo le tappe salienti del proprio percorso esistenziale. E ad aiutarlo a rivivere esperienze felici e dolorose, attraverso una sorta di sogno a occhi aperti, sono le apparizioni di sua madre e dello stesso protagonista da giovane. È solo facendo un lucido cammino dentro se stesso che Ray potrà riuscire ad arrivare alla consapevolezza che il mondo, nonostante le difficoltà che si incontrano lungo il cammino, è davvero un bel posto.
Al centro del palco una grande orchestra, 3 cantanti coriste, 2 attori cantanti e Ronnie Jones nei panni di Ray Charles.
La sua musica non ha bisogno di presentazioni. Basta chiudere gli occhi e... lasciarsi trasportare.



Partners